\\ Home Page : Articolo : Stampa
La nostra biblioteca
di La Famčja Bulgnčisa (pubblicato il 01/03/2011 alle 18:00:00, in Pagine informative, cliccato 7939 volte)
La biblioteca della Famèja, ricca di quasi settemila volumi, è stata di recente spostata in un locale più ampio e profondamente riordinata. LibreriaIn tale occasione si è proceduto alla quasi completa classificazione su supporto informatico del cospicuo e prezioso patrimonio bibliografico.

Con questa complessa e laboriosa operazione si è creata anche la possibilità per gli studiosi, o semplici cittadini che siano, di verificare in anticipo via internet la disponibilità presso questa biblioteca di specifici testi di proprio interesse, e la conseguente facoltà, previo appuntamento da concordare con la segreteria, di compulsare tali documenti, alcuni dei quali anche assai rari.

La Segreteria è attualmente aperta dal lunedì al giovedì, dalle ore 16 alle 18. Il numero di telefono/fax è lo 051 333491. Nella sezione Contatti è disponibile anche un modulo elettronico.

Giovannino da Capugnano
Giovannino da Capugnano – 1610

La catalogazione digitale è stata possibile grazie al generoso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna. Logo Cassa di RisparmioIl catalogo è consultabile automaticamente attraverso il Portale delle Biblioteche dell'Università di Bologna, che offre l'accesso integrato a tutti i servizi informativi e documentali forniti dal Centro Inter-Bibliotecario e dal Sistema Bibliotecario d'Ateneo. Il link per la consultazione dello schedario, riportato anche nella colonna qui a destra sotto l'etichetta Siti segnalati, è il seguente: Catalogo del Polo Bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale.

In bibliotecaLa biblioteca della Famèja Bulgnèisa costituisce una delle più complete e interessanti raccolte documentali per quanto concerne personaggi, autori e avvenimenti legati a Bologna e al suo territorio. Comprende anche opere rare, giornali e riviste risalenti al lungo periodo del governo pontificio su Bologna (l'epoca papalina), e molti altri documenti di interesse storico e archivistico.
Nell'immagine qui sopra il presidente del Sodalizio, prof.ssa Giovanna Bonani, in una delle sale di consultazione.