La Famiglia Bolognese
 
Articoli pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
di presidente (pubblicato il 02/12/2018 alle 13:26:27, in Articoli)
E' stato proprio un bel pomeriggio quello trascorso mercoledì 21 novembre nella nostra sede sulle note delle arie di famose operette interpretate dal tenore Stefano Consolini, figlio del compianto cantante bolognese Giorgio, accompagnato dall'applauditissimo maestro Dragan Babic. Il Concerto è visibile su Youtube https://youtu.be/A43mQTF1gJM L'aperitivo con chiacchiere che è seguito ha reso davvero familiare l'incontro tra i soci e i graditissimi ospiti. Grazie a tutti! Su youtube è visibile l'evento ripreso da TitoloTv
 
Il giorno 14 ottobre è venuta a mancare la Prof. emerita Angela Donati dell'Università di Bologna. Desidero ricordarla per i suoi meriti di straordinaria studiosa di storia ed epigrafia romana che l'hanno fatta apprezzare in tutta Europa e per la prontissima generosità con cui aveva accettato di tenere conferenze di alto profilo alla Famèja Bulgnèisa. Il giorno 8 Ottobre p.v. la ricorderemo con rimpianto. La sua conferenza sulla via Emilia e Bologna non ci sarà, ma ringrazio un altro generosissimo amico di grande levatura che ha accolto senza indugio la mia proposta di non lasciare vuoto il pomeriggio dell'8 Novembre. Mario Compiani, Prof. di Fisica all'Università di Camerino, che già ci ha privilegiato della sua presenza lo scorso anno, terrà una conferenza su 'Gli acquerelli di Galileo e la scienza moderna' che aveva programmato per il 2° trimestre delle nostre iniziative culturali.
 
La Consulta tra le Antiche Istituzioni Bolognesi, cui la Famèja Bulgnèisa ha l'onore di appartenere, ha curato l'immagine-presentazione delle sue ventuno gloriose e antiche Istituzioni, compresa la nostra, a Palazzo d'Accursio. I pannelli resteranno esposti fino al 30 ottobre. Una bella sorpresa per i Soci!
 
di presidente (pubblicato il 24/10/2018 alle 13:09:01, in Articoli)
Chi l’avrebbe mai immaginato!
Nemmeno il geometra che due anni fa fu chiamato in sede per rilevarne la planimetria di fatto…
E invece la finestra in questione, presente nella planimetria catastale ma non in quella rilevata, era ancora al suo posto, in segreteria, ben nascosta dall’archivio della parete nord. Nessuno ne conosceva l’esistenza, tanto meno io… Fortunatamente in giugno c’è stata la segnalazione collaborativa dell’Architetto del piano di sopra che, allarmato, mi ha avvertito che l’infisso esterno (si è infatti rivelata una finestra con doppi infissi) era molto malridotto e a rischio di caduta, e i vetri rotti potevano piombare giù trasformandosi in una ghigliottina per chiunque si fosse trovato nel cavedio di proprietà altrui! Sareste venuti a trovarmi alla Dozza?
Naturalmente ho ringraziato di cuore il nostro condomino constatando ancora una volta che l’attenzione per l’altro e la collaborazione possono evitare guai seri.
Ma la cosa non finisce qui. Ricordando che dai rilievi del geometra suddetto, confrontati con quelli catastali, risultava chiusa anche un’altra finestra in biblioteca, si è imposta una perlustrazione anche lì… ed ecco che anche questa finestra si rivelava occultata da una scaffalatura. E’ così che da un male son derivate ben due situazioni positive che alleggeriscono notevolmente le nostre preoccupazioni…
La finestra della biblioteca sembra, per ora, in discreto stato e tale da non determinare un pericolo, mentre a quella della segreteria ho dovuto provvedere immediatamente. E’ stato un lavoraccio che ha occupato il mese di giugno e alcuni giorni di settembre e ha comportato una spesa imprevista di più di mille euro.
Questo è il motivo per cui, contrariamente ai miei dichiarati intenti, anche quest’anno ho dovuto richiedere una quota sociale per il pranzo del 4 ottobre.
Qualcuno che ha visto la maggiore luce che, dalla finestra ritrovata, rischiara ora la segreteria, ha esclamato: ‘Questa è una metafora della Famèja!’
Speriamo… Intanto raccogliamo l’augurio!
Venendo ai progetti per il nuovo anno sociale, a breve definirò col commercialista dell’Ascom il nuovo Statuto dell’Associazione che ha già predisposto per l’inserimento della Famèja nel Terzo Settore che sarà istituito alla conclusione (speriamo a breve) dell’Iter dei Decreti correttivi e attuativi della legge 3 luglio 2017, n. 117.
Sarà questa una svolta importantissima, paragonabile davvero a una finestra che si apre e porta tanta luce perché ci consentirà di fruire di contributi che a tutt’oggi non si sono mai visti. Vedremo.
Per ora limitiamoci a prendere nota delle novità in fatto di iniziative socio-culturali: i Viaggi fuori porta … o poco più il là (uno in autunno e uno in tarda primavera), l’allestimento di una piccola Compagnia teatrale (composta solo da soci) finalizzata a uno spettacolo di fine anno sociale, un progettino di spettacoli teatrali in dialetto a cura della Compagnia Arrigo Lucchini, che speriamo ci sia finanziato dalla Fondazione CARISBO, il Dsnér in Famèja (una Domenica al mese) che attiveremo da gennaio 2019. Inoltre, come vedrete nel Programma, ci offriranno la loro collaborazione culturale la Deputazione di Storia Patria e il Gruppo Studi Alta Valle del Reno. La presenza di quest’ultimo segna la ripresa di una proficua collaborazione antica da tempo abbandonata.
Avete altre idee? Proponetele e, in base alle nostre e vostre forze, cercheremo insieme di attuarle… Logico che più aumenteranno le forze, cioè i soci, più saremo in grado di offrire occasioni di divertimento, relazioni, cultura, condivisione che, neanche a dirlo, saranno sempre condite con la familiarità di tutti e con la più schietta bolognesità. Dimenticavo… ricordatevi delle oblazioni pro 90°! Avete elargito generosamente € 4.500 Ce ne servono altrettanti per completare la regolarizzazione della situazione fiscale e commerciale dell’Immobiliare. L’Iban è: IT85E0538702400000001850868

La Presidente
Prof. Gabriella Sapori


Giovedì 4 ottobre, ore 12,30 – Pranzo di inaugurazione dell’anno sociale presso Antica Osteria del Pontelungo, via Emilia Ponente 307. Parcheggio gratuito. Bus 13. Quota sociale € 40

Giovedì 11 ottobre, ore 16,30 - Introduzione alla mostra Alphonse Mucha (Palazzo Pallavicini Via San Felice, 24.  A cura di Ilaria Francia (Ass. Didasco)

Giovedì 18 ottobre, ore 16,30 - Quando Bologna fu capitale della seta. A cura di Marco Poli

Giovedì 25 ottobre, ore 16,30 - Pomeriggio dialettale di canzoni e poesie. A cura di Fausto Carpani

Giovedì 8 novembre, ore 16,30 - Bologna e la via Emilia: verso la conquista del nord della penisola. A cura di Angela Donati, Prof. Emerita dell’Università di Bologna e Presidente della Deputazione di Storia Patria delle Province di Romagna

Giovedì 15 novembre, ore 16,30 - Presentazione del libro di Francisco Giordano La MASERATI di Bologna. A cura di Marco Poli

Mercoledì 21 novembre, ore 17 – Concerto aperitivo Dalla Senna al Danubio sulle note dell'operetta" tenore Stefano Consolini; pianista Dragan Babic. Si eseguiranno musiche di Offenbach, Lehar, Kalman, Costa, Lombardo-Ranzato ecc.

Giovedì 22 novembre, ore 16,30Il monastero di Santa Lucia di Roffeno lungo l’antica strada denominata ‘Piccola Cassia’ . A cura di Renzo Zagnoni, cofondatore del Gruppo Studi Alta Valle del Reno

Giovedì 29 novembre, ore 16,30 – La Compagnia dialettale Bolognese <<Arrigo Lucchini>> presenta

Ajìr sìra in Chèp ed Lòcca. Regia di Davide Amadei

Giovedì 6 dicembre, ore 16,30 - Introduzione alla mostra Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda (Museo Civico Archeologico, via dell'Archiginnasio n. 2. A cura di Ilaria Francia (Ass. Didasco)

Giovedì 13 dicembre, ore 16,30 - Il Natale in dialetto bolognese. A cura di Fausto Carpani

Giovedì 20 dicembre, ore 16,30 - Festa degli auguri, aperitivo, cena, chiacchiere e tombolata nella nostra sede

Lunedì si gioca a Burraco! Dall’8 ottobre p.v., dalle ore 15,30 alle ore 18, tutti i lunedì. Info: Fulvia 3337337118

Martedì letterario. Da martedì 9 ottobre p.v., tutti i martedì, alle ore 16 - VIRGILIO, Eneide. Lettura in traduzione (con qualche verso latino) animata dalla prof. G. Sapori. Info: Gabriella, 3311108014

Mercoledì lirico. Rossini e i suoi contemporanei. Nelle date del 10, 17, 31 ottobre / 14 e 28 novembre / 12 dicembre, alle ore 15.30 il dott. Bruno Sacchetti guiderà all’ascolto di brani di Rossini, Donizetti, Bellini. Primo incontro mercoledì 10 ottobre. Info: Bruno, 3381215984


NUOVE INIZIATIVE

Viaggi fuori porta…o poco più in là, in treno, a cura della Commissione gite

Sabato 17 novembre: visitiamo Modena con annotazioni di Storia dell’Arte, Iconografia e Iconologia a cura della Prof. Gabriella Sapori, abilitata all’Insegnamento di Storia dell’Arte nei Licei

Partenza: ore 9.28 da Bologna con Trenitalia – Arrivo a Modena alle ore 10

Mattina: Palazzo dei Musei (Largo di Porta Sant’Agostino). Guercino, Cima da Conegliano, Dosso Dossi, Guido Reni, Cosmé Tura e altri

Pranzo alle ore 12.30-13: libero, in pizzeria o al ristorante su prenotazione

Pomeriggio: Visita al Duomo (Lanfranco e Wiligelmo) e sosta a Piazza Grande

Rientro: ore 16.34 da Modena con Trenitalia – Arrivo a Bologna alle ore 17.08 - Costo Biglietto A/R € 8

Facciamo Teatro, a cura del dott. Bruno Sacchetti

Ideazione, allestimento e interpretazione di testi teatrali con spettacolo finale pro Sodalizio nella Sede della Famèja

Info: Bruno, 3381215984

 
di La Famčja Bulgnčisa (pubblicato il 13/12/2017 alle 02:06:51, in Articoli)
10 MAGGIO 1928 - 10 MAGGIO 2018
Già il titolo di questa mia chiacchierata è un programma e un obiettivo. L’obiettivo è quello di fare del nostro 90° un evento bolognese importante, sottolineando il ruolo che questo Sodalizio petroniano ha avuto nella nostra città, tanto da essere stato annoverato di recente nella Consulta tra le Antiche Istituzioni bolognesi, seppure come la più giovane di esse.
Il programma per la ricorrenza è per ora un laboratorio di idee aperto ad altre idee e alle collaborazioni necessarie a realizzarle, per cui chiedo a tutti di contribuire in vari modi. Uno è anche quello di versare una liberalità sul CC della Famèja, con la causale ‘90° Famèja’.
L’Iban è:
IT85E0538702400000001850868
Il mio impegno nel Sodalizio è piuttosto recente, per cui ad altri spetterebbe la celebrazione di questa ricorrenza, ma penso di aver dato un contributo anch’io. Nell’ultimo anno, alle conferenze del giovedì ho aggiunto il martedì letterario, il lunedì del burraco e, nel prossimo 2018, l’invito all’Opera del mercoledì: novità che hanno determinato una maggiore soddisfazione dei soci affezionati e l’inscrizione di nuovi, tanto che ora siamo più di 100 e altri si profilano all’orizzonte.
Molto importante è anche la collaborazione instaurata con altre realtà sociali e culturali bolognesi: Italia Nostra, Inner Whell, Riccardo Pazzaglia con i suoi burattini. È poi mia speranza stabilire rapporti anche col Conservatorio G. B. Martini, in modo da portare alla Famèja i giovani.
Certo lo scopo precipuo di queste iniziative non è di custodire e divulgare il dialetto, perché il burraco, la lettura e l’opera non appartengono solo a Bologna, ma vorrei qui esplicitare il mio pensiero al riguardo. Il nostro statuto, all’Art. n. 1, recita che ‘La Famèja Bulgnèisa è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale’ e, al n. 2, che la sua attività prevalente consiste ‘nel promuovere e organizzare conferenze, dibattiti, incontri, tavole rotonde, seminari, convegni, su temi afferenti allo scopo sociale’ e solo di seguito aggiunge ‘nel diffondere e incrementare la conoscenza del dialetto e della letteratura dialettale attinente al territorio bolognese’.
La ‘bolognesità’ non deve, quindi, essere un’entità astratta o un contenuto da apprendere, bensì una peculiarità aggiuntiva che, relazionandoci, si respira nei modi di fare, di pensare, di vedere la vita, di condividere vissuti. E questo si pratica anche giocando a burraco e commentando un testo letterario, un quadro e un’opera lirica; inoltre, in questo relazionarci si stabiliscono legami e si potenziano quelle componenti socio-affettive che tanto mancano oggi anche alla ‘bolognesità’.
Se potessimo farlo parlando il dialetto sarebbe il massimo… ma oggi pochi lo praticano e quindi sarebbe un deterrente alla socialità. Per ora, quindi, dovendo scegliere…
Lasciamo invece la sua custodia ai burattini di Riccardo, alle canzoni di Fausto Carpani e ai poeti dialettali che ci aiutano a recuperarlo alla memoria.
 
La Presidente
Gabriella Sapori
 
di La Famčja Bulgnčisa (pubblicato il 10/11/2017 alle 23:38:54, in Articoli)
Lunedì, martedì, mercoledì dalle ore 15 alle ore 17.30.
Giovedì dalle ore 16 alle ore 18.30


 
Pagine: 1 2 3 4 5
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Titolo
Articoli (27)
I primati di Bologna (1)
Iniziative (16)
Pagine informative (5)
Programmi (33)
Rettifiche (1)

Raccolti per mese:


Ultimi commenti:

Le vostre attivitŕ sono molto ...
18/09/2015 alle 21:59:00
di Sonia Ferrari Docente Scuola Media 1° grado

Sono un vostro iscritto e vorr...
15/02/2012 alle 01:54:55
di prof. Mauro Benedetti. Bologna

Ottime iniziative.
10/01/2012 alle 13:59:42
di Rita Fortunato, insegnante, Bologna


Titolo
Gita a Sabbioneta (6)
La nostra Sede in via Barberia (3)
Presidente (2)

 
 
Tôrt o rajan an t fèr métter in parjon.

 
Titolo

È una raccolta di collegamenti a siti web da noi ritenuti interessanti. Compaiono qui sotto quelli più recenti; gli altri si visualizzano cliccando qui, o in fondo, su
Storico Storico

02/12/2018
Concerto aperitivo
Dalla Senna al Danubio sulle note dell'operetta

18/03/2011
Servizio Bibliotecario Nazionale. Polo di Bologna
Catalogo del Polo Bolognese del Servizio Bibliotecario Nazionale



 

 
Per visualizzare i feed in Internet Explorer è necessario disporre di MSXML3 SP5 o vers. successiva.
 
 
Ci sono 96 persone collegate

Web Site Store Bologna
Web Design & Development
ICT Business Solutions
 
 
LA FAMÈJA BULGNÈISA - LA FAMIGLIA BOLOGNESE
SODALIZIO PETRONIANO
Via Barberia 11 - 40123 Bologna; tel. e fax: 051 333491; mail: info@lafamigliabolognese.it